Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on 3 Lug, 2013 in Coaching | 13 comments

Stai aiutando i tuoi partner o li stai ingannando?

Stai aiutando i tuoi partner o li stai ingannando?

Molti sponsor ingannano i loro partner. Alcuni sono coscienti di farlo, altri meno. Qualcuno fa solo quello che gli viene detto di fare, duplicando semplicemente il comportamento altrui. Qualcun altro invece non se la sente di fare o di dire certe cose e non sapendo come comportarsi diversamente, molla l’attività.

Ho già parlato delle persone false e disoneste che operano in questo business. Il tipo di “inganno” su cui voglio focalizzarmi oggi riguarda l’aiuto che ci promettono gli sponsor e che tante volte noi stessi promettiamo, non sapendo in che cosa consiste.

Il mio primo sponsor, mentre cercava di reclutarmi, (io non sapendo proprio niente di Network Marketing) mi ha detto: “Ti aiuto io! Sarò vicino a te. Ti terrò per la mano. Ti farò vedere la strada.” Sentendomi rassicurato che posso farcela anche io, ho firmato. Mi ha chiamato due tre volte per chiedermi come va l’attività e poi non si è più fatto sentire.

Praticamente non ho ricevuto alcun aiuto e nessuna guida. Mi sono trovato nella situazione di dovermi inventare una soluzione io. Ho partecipato a qualche meeting e tutto quello che sentivo, era: “Portate più persone che potete al meeting! Fate la lista nomi e chiamateli tutti parlando con entusiasmo di un’opportunità straordinaria. Chiamate anche l’amica dell’amica della nonna di vostro zio. E’ un potenziale contatto che vi può portare a diventare diamanti.

Ti aiuto io! Sarò vicino a te. Ti terrò per la mano. Ti farò vedere la strada”… UN CA**O! Non è mai successo!

 

Che cosa significa aiutare le persone nel Network Marketing?

aiutare nel network marketing

Sento sempre più spesso parlare di aiuto e di persone che aiutano, ma in che cosa consiste questo aiuto? Che cosa ci promettono e che cosa promettiamo noi quando diciamo di aiutare gli altri? Davvero, in che cosa consiste questo aiuto? Vorrei chiederti gentilmente, prima di continuare a leggere questo articolo, cosa significa per te “aiutare un partner nel Network Marketing”?

Che tipo di aiuto ti aspetti di ricevere dal tuo sponsor e che tipo di aiuto stai dando tu ai tuoi partner? Scendi per favore in basso a questo articolo, prima di continuare a leggere e scrivi la tua opinione nella sezione commenti. Vorrei non solo sapere cosa fa per te il tuo sponsor, ma anche cosa fai tu per i tuoi partner. TI RINGRAZIO! Scrivendo questo commento darai un grande contributo a quest’industria.

A volte sento persone che dicono “Mi piace fare Network Marketing perché aiuto le persone”, ma quello a cui si riferiscono è il fatto di “dare un’opportunità e basta”. Sì, possiamo anche chiamarlo “aiuto”, ma se diamo soltanto l’opportunità e non insegniamo anche come sfruttare quell’opportunità, non si tratta di aiuto.

Questo “aiuto” dovrebbe essere qualcosa di ben definito nella nostra mente. Dovremo sapere che “aiutare i nostri partner significa…” e che tutti quanti sappiano cosa significa perché altrimenti cosa duplichiamo? Duplichiamo soltanto confusione. Duplichiamo soltanto una visione incerta del business. Duplichiamo ciò che è successo a me: “Mi ha promesso aiuto e nessuno mi ha aiutato!

 

Che cosa significa secondo me, aiutare le persone nel Network Marketing

aiutare gli altri nel network

Prima di spiegare cosa significa per me aiutare, premetto che quest’attività si svolge davvero meglio se effettivamente pensiamo di aiutare le persone, se effettivamente pensiamo di fare del bene, se effettivamente sappiamo come fare del bene. Se non crediamo di aiutare, ci sentiremo come se stessimo ingannando i nostri amici.

Detto questo, secondo me, aiutare significa prima di tutto, dare l’opportunità alle persone che sono qualificate per svolgerla e non a chiunque. Se diamo l’opportunità a qualcuno che non può svolgere quest’attività, perché magari troppo introverso/chiuso o per niente motivato a cambiare qualcosa nella propria vita, l’opportunità consiste soltanto nel farlo sperare in un cambiamento che non avverrà mai. Consiste quindi nell’illudere qualcuno. Questo non è aiuto.

Il secondo significato della parola aiutare per me consiste nel sapere cosa stiamo facendo, cosa dobbiamo fare noi e cosa devono fare loro. Se non sappiamo quali sono i nostri compiti e le nostre responsabilità e soprattutto se non sappiamo cosa dobbiamo insegnare loro, in che modo li stiamo aiutando? Dobbiamo essere in grado di fornire loro una guida passo per passo dell’attività, in modo che abbiano una comprensione perfetta dei loro compiti. Loro devono fare l’attività, non inventarsela. Sai cosa insegnare loro esattamente? Hai un metodo di lavoro facile e duplicabile? Se hai letto l’articolo Come sponsorizzare nel Network Marketing, saprai già che uno degli elementi chiave è che loro credano che tu abbia le capacità e gli strumenti per portarli al successo.

Il terzo significato della parola aiutare secondo me consiste nel dare alle persone fiducia in se stesse. Questo secondo me è il più grande regalo che possiamo fare a qualcuno. Sia che lo facciamo attraverso un complimento sincero, sia che lo facciamo attraverso la condivisione della nostra storia con loro, facendo vedere come noi stessi siamo riusciti a superare certe difficoltà, sia che lo facciamo guidandole in quest’attività, aiutare qualcuno a credere in se stesso in un momento della storia in cui tutto quello che lo circonda è stato progettato per farci sentire insicuri e inadeguati è qualcosa di inestimabile valore.

 

Qual e’ il problema dell’aiuto

problema network marketing

Ricapitolando, i 3 significati della parola aiutare secondo me sono:

  1. Dare l’opportunità solo alle persone qualificate;
  2. Fornire un metodo passo per passo affinché sappiano cosa devono fare e
  3. Aiutare le persone a credere in se stesse

Tanti credono che aiutare significa soltanto una di queste cose ed è qui che sbagliano. O danno l’opportunità e lasciano che i nuovi incaricati facciano di testa propria, o forniscono un metodo, ma non seguono le persone finché iniziano a credere nell’attività e soprattutto in se stessi, o fanno tutto il possibile per farli credere in se stessi caricandoli di motivazione, ma senza spiegare loro cosa devono fare.

Quale può essere il risultato secondo te? Se sponsorizzare qualcuno significa dare un’opportunità per cambiare qualcosa nella sua vita e aiutare quella persona a imparare come sfruttare quest’opportunità, allora impara come fare questo passo per passo, affinché sia qualcosa che puoi insegnare e duplicare.

Buon lavoro!

 

13 Comments

  1. Aiutare i propri partner per me significa, una volta che entrano nella mia squadra, io lavoro con loro la prima settimana, cominciando da fargli formazione, ovvero spiegarli tutto sul piano marketing aziendale e sui prodotti, specie se sono prodotti di integrazione, e poi gli faccio vedere come, offrendo affiancamento in prima persona con i primi 4-5 contatti (per me è sufficiente) e poi dopo finito il periodo affiancamento che per me è (almeno 7-10 giorni) comunque sarò sempre di supporto a lui, risponderò appena mi chiama e se c’è bisogno corro da lui per assisterlo in una presentazione o colloquio one-to-one, ma non farò mai che lo sponsorizzo e poi lo lascio da solo, perchè e per colpa delle persone che fanno cosi, che poi la gente molla e dice che il Network Marketing non funziona. Il network marketing è per tutti, e proprio per questo capita chi non ha esperienza e a maggior ragione va formato inizialmente, affiancato e poi seguito fino all’autonomia. Spero di aver parlato bene, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi TU Alex su quello che ho scritto.

  2. Da quando ho capito come bisogna aiutare i propri partner non lavoro più come dipendente e lavoro solo sul network marketing. Ho capito che aiutare vuol dire soprattutto motivare, dare fiducia al partner e aiutarlo nelle situazioni più difficili. Il partner resterà con te in qualsiasi business se sentirà che hai fiducia in lui e nel suo potenziale. Oltre a questo devi prima tu imparare a comunicare efficacemente con i clienti ed insegnare al tuo partner. Se aiuti le persone a raggiungere i loro obbiettivi, automaticamente tu raggiungerai i tuoi. 🙂

  3. Io faccio quello ke ha fatto con me la mia sponsor che era una mia cliente nella mia attività precedente e ke poi é diventata un’amica inseparabile, una collega a cui posso rivolgermi sempre. Insieme organiziamo gli eventi, stiamo crescendo assieme e siamo una squadra formidabile. Mi ha trasmesso la passione x il prodotto e per il network marketing ed io faccio lo stesso con gli altri. Mi rendo disponibile ma se loro mi cercano. Se mi chiedono aiuto ci sono sempre ma non insisto se vedo ke loro non sono i primi ad interessarsi. Cmq instauro sempre un rapporto di fiducia e complicita.

  4. Un grazie intanto per tutti gli utili consigli che ricevo, mi sono di molto aiuto. A volte basta poco, l’importante è non complicare le cose semplici. Il network in fondo è semplice da sviluppare, quello che diventa più difficile è farsi capire dalle persone, grazie alle quali questo “stile di vita” ci porta ad essere migliori. Il mio sponsor in realtà non ha fatto molto per me, ma ha fatto la cosa giusta portandomi a conoscenza di questo Network che sto sviluppando con tenacia, dedizione e formazione, che in parte ricevo anche da te! Gli Up Line, la squadra, sono quelli che mi stanno aiutando parecchio, ma ciò che conta è la la convinzione che quello che faccio devo farlo con lo scopo di migliorare me stesso. Dipende molto anche dal tipo di Team con cui poi si decide di intraprendere questo cammino. Io non mi lamento, commetto errori, faccio valutazioni errate, ma questo mi sta aiutando a crescere personalmente, in fabbrica, da dipendente, impiegato o altro, non puoi misurarti o superarti, sei li, con la tranquillità dei pochi maledetti e subito. Io non cerco più la tranquillità, cerco la libertà, il sogno da realizzare che con la speranza del lavoro “fisso”, non avrò mai. Mi piace pensare che tutte le persone che intraprendono questo cammino, lo facciano con la consapevolezza di non danneggiare nessuno, sbagliare un contatto, non significa perdere un guadagno, ma significa aver perso la possibilità che quella persona potesse afferrare e valutare le proprie capacità, tutti siamo uguali e tutti abbiamo capacità, qualcuno prima di pensare al proprio guadagno, dovrebbe pensare a far guadagnare gli altri, il mio arriva di conseguenza, in fondo e per questo che ho deciso di farlo, per aiutare gli altri e me stesso a vivere una vita migliore, uno stile di vita che porti il denaro a lavorare per me e non viceversa. Se pensate di guadagnare sfruttando le occasioni, si finisce col perdere l’entusiasmo e con esso la possibilità di poter viverre uno stile di vita migliore. i soldi non fanno la felicità, la povertà sicuramente ancora meno, ma non dimentichiamo mai che la nostra ricchezza principale sono le persone con cui molto di questo, clienti o soci che siano, dovremmo passare il resto della nostra esistenza, grazie mille e buon lavoro!

  5. Ragazzi, prima di tutto grazie per i commenti. Grazie di cuore a tutti.

    Marco tu sei stato il più coraggioso tra tutti a mettere il commento per primo. Hai parlato bene. Si vede che fai l’attività con passione. Non abbandonare il partner e affiancarlo soprattutto all’inizio è essenziale.

    Diego, grazie anche a te. Hai detto bene “Se aiuti le persone a raggiungere i loro obbiettivi, automaticamente tu raggiungerai i tuoi.”

    Barbara, a quanto pare, tu stai sfruttando uno dei più grandi benefici del network: poter lavorare con chi vuoi facendo squadra anche con gli amici più cari! Complimenti! Sono sicuro che la vostra passione e la vostra energia vi porterà lontano!

    Claudio, grazie! Mi trasmetti di essere una persona responsabile! Anche se lo sponsor non ha fatto molto per te, ti sei assunto le tue responsabilità, che è uno degli elementi più importanti del successo. Tutto quello che hai detto è vero e sono io a ringraziare te per seguirci!

    Un abbraccio a tutti!

  6. Ciao Alex, per quanto riguarda la mia esperienza nel network marketing ti posso solo dire che la mia sponsor era una mia cliente ed io viceversa per lei. Con determinazione ma senza mai essere insistente per sei anni ha continuato a parlarmi del suo fantastico lavoro fino a quando qualche mese fa … È arrivato anche il mio momento. Posso dirti senza dubbio alcuno, che la mia sponsor e’ una delle poche persone che stimo veramente, un’amica, una confidente che ogni giorno mi insegna qualcosa di nuovo nel lavoro ma anche nella vita …. e probabilmente io a lei per altre cose. La mia squadra? Sono persone che seguo con piacere perché hanno voglia di fare e di mettersi in discussione senza aprire (come dice la mia sponsor) l’enciclopedia delle scuse … Certo qualcuno si perde per strada ma non di certo perché io non sia con loro … Per il resto posso solo dirti che questa per me è la strada giusta, la mia passione e sono certa che i risultati arriveranno per me quanto per tutta la squadra!

  7. Aiutare i tuoi collaboratori significa fargli sentire la tua presenza cercare di risolvere insieme i problemi che possono nascere nell percorso da fare …aiutarli nella lista nomi e negli inserimenti x poter costruire la rete di distribuzione.. …aiutarli ad raggiungere le qualifiche e soprattutto ascoltarli quando qunoalcosa non va ….rassicurarli e fargli capire che siamo disponibili nel dargli il nostro aiuto …

  8. QUANDO UNA PERSONA VUOLE INTRAPRENDERE L’ATTIVITA’ INSIEME A ME PER PRIMA COSA GLI DO’ TUTTI I CONSIGLI POSSIBILI PER FARE LA SUA ATTIVITA’. POI GLI DO’ TANTE FOTO COPIE PER AIUTARLO COME VENDERE,COME CONTATTARE,COME FARE L’INVITO E FARGLI CAPIRE DOVE INDIRIZZARE IL SUO FOCUS PER RAGGIUNGERE IL SUO OBBIETTIVO. CERCO DI ESSERE PRESENTE ANCHE SUL FACE-BOOK ,DANDOGLI CONSIGLI, MANDANDOLI DEI LINK PER AIUTARLI NELLA CRESCITA.OVVIAMENTE CERCO DI NON STRESSARLI MA VADO CAUTAMENTE.PER TE VADO BENE COSI’, MAX? DISTINTI SALUTI A TUTTI

  9. ALEX, SCUSAMI.

  10. credo che il metodo migliore x aiutare il nuovo partner e insegnarli l’attività, sia quello di scendere insieme sul campo di battaglia in modo che capisca la dove dovessero esserci delle difficoltà,dimostrandoli come possiamo eliminarli sia proponendo il nostro prodotto o proponendo l’opportunità di lavoro,insomma credo che x me sia il miglior metodo.
    ciao a tutti.

  11. Aiutare qualcuno vuol dire supportarlo per fargli raggiungere i suoi obbiettivi – che devi rilevare – e ricordarglieli quando attraversa momenti no – può dare fastidio ma è il famoso “anello del toro”. Tecnicamente lo si deve formare insegnandoli l’attività, affiancandolo finché non inizia a rendersi autonomo nonché tutte le volte che ne ha bisogno.
    Il presupposto a tutto è che però la persona voglia essere aiutata: purtroppo ci sono molti “so-tutto-io” che iniziano e smettono in fretta perché non sanno cos’è l’umiltà che serve per iniziare un percorso nuovo.

  12. Ciao a tutti,
    il mio sponsor è praticamente inesistente,
    al contrario io e la mia compagna di viaggio stiamo aiutando a crescere i nostri sponsorizzati e le loro linee per chi lo vuole, per chi ci permette di farlo.Siamo sempre presenti con telefonate, messaggi e riunioni…aime però a molti gli gli interessa essere aiutati!!!
    Magari sbagliamo noi nel motivarli, speriamo di imparare qualcosa da i vostri articoli!!!
    grazie
    Liliana e Massimo

  13. scusate prima volevo scrivere non gli interessa essere aiutati…:-)))

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *