Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on 2 Lug, 2012 in Motivazione | 99 comments

Come motivare le persone nel Network Marketing

Come motivare le persone nel Network Marketing

Vi siete mai chiesti come fare per motivare i propri partner a lavorare per realizzare i loro obiettivi? Vi siete mai chiesti come fare per far accendere quella cosa che a voi guida durante la giornata quando fate le telefonate? Vi siete mai chiesti come cavolo fare per “farli vedere” ciò che voi vedete (tutto quel potenziale) affinché anche loro lavorino come voi? Vi siete mai chiesti perché non lavorano come voi e come fare per ispirarli a farlo? Vi siete mai chiesti quindi come motivarli?

La motivazione è il cuore dell’azione. Niente si fa se non c’è una motivazione. Sia che si tratta del bisogno di soldi, sia che si tratta della voglia di creare qualcosa di grandioso, sia che si tratta di trovare una via per non dover più sopportare quel rompic******i che è il tuo superiore o del modo per avere più tempo libero per te e per i tuoi hobby o per la tua famiglia è ovvio che siamo sempre spinti da un motivo e mai facciamo qualcosa di impegnativo come potrebbe essere il Network Marketing senza una ragione.

 

Qual e’ la ragione per cui tu fai Network Marketing?

la tua ragione per fare network multilevel

Mi piacerebbe che senza continuare a leggere scendessi in fondo a questa pagina, nella sezione commenti e scrivessi quali sono le ragioni che a te spingono a lavorare nel Network Marketing. Te lo chiedo di farlo ora perché dopo capirai come fare per motivare i tuoi partner e perché le tue ragioni potrebbero non andar bene anche a loro. Inoltre vedrai che ci saranno anche altre persone che commenteranno l’articolo e questo ti sarà utile per capire le differenze tra te e loro. Ed è questo il punto più importante: capire che tu non sei come le altre persone.

Ti è mai successo di provare a motivare qualcuno senza riuscirci? Ti è mai successo di farlo e chiederti “Ma perché cavolo non capisce e non vuole fare questo business? Non esiste un’altra cosa migliore di questa? Dove sbaglio?”  Sono sicuro che ti è successo ed è per questa ragione che voglio che tu commenti questo articolo e scrivi le ragioni per cui tu fai Network Markting? L’hai fatto? Fallo adesso!

 

La motivazione per svolgere l’attivita’ puo’ variare da una persona ad un’altra

la motivazione diversa

La cosa più importante in assoluto che devi capire è che tu non sei come le altre persone e neanche loro sono come te. Potete essere accomunati da qualcosa, ma non siete delle persone uguali che hanno avuto le stesse identiche esperienze. Non siete come i fratelli che hanno avuto gli stessi genitori e che hanno avuto gli stessi insegnamenti. A volte i fratelli stessi sono molto diversi tra loro, quindi ancora di più noi possiamo essere diversi dagli altri e vi assicuro che lo siamo.

Se commenterai questo articolo potrai condividere con gli altri le tue ragioni. Se qualcuno l’ha già fatto prima di te ti renderai conto che tutto quello che ho detto finora è vero. Allora potresti domandarti “Ma se qualcun altro è motivato da ragioni diverse, non è che sbaglio a cercare di motivarlo con le mie ragioni?

Se ti sei fatto questa domanda sei una persona molto intelligente dal punto di vista emozionale perché capisci gli altri. Non so se si chiama intelligenza emozionale o intelligenza sociale, ma qualunque sia il nome tu la possiedi. Se non te la sei fatta, allora devi sviluppare questa intelligenza perché è da questa che dipenderà tutto il tuo successo nel Network Marketing e in questo articolo imparerai già qualcosa. Quindi continua a leggere (e commenta l’articolo).

 

Il mio sponsor ha saputo motivarmi? NO!

mancanza di motivazione

Mi ricordo benissimo il mio primo sponsor nella prima azienda con cui ho lavorato. Era una persona molto intelligente e molto acculturata e tra noi c’era una grande differenza di età. Lui ne aveva una trentina di anni in più. Forse per questa ragione, forse per la sua incapacità di immedesimarsi nella mia persona e vedere il mondo con i miei occhi o per lo stesso sbaglio che io stesso faccio ogni tanto, non ascoltando gli altri abbastanza, non è riuscito a imparare come motivarmi.

Non lo sto incolpando di nulla e non l’ho mai fatto anche perché sono una persona che si automotiva, ma lo voglio mettere come esempio perché credo che lo sbaglio che lui faceva è molto frequente ed esserne coscienti potrebbe aiutarci ad avere un approccio migliore con i nostri partner.

Mi ricordo che ogni volta che lo vedevo era come se lui volesse aiutarmi a risolvere dei problemi (che io non avevo). Era come se lui fosse convinto che io avessi gli stessi problemi che lui aveva, le stesse paure e gli stessi dubbi riguardo alla vita e riguardo al business. E in quei momenti, mentre lui cercava di spiegarmi come superarli, invece di motivarmi, mi faceva perdere la voglia di seguirlo. In realtà lui cercava di aiutarmi e dava tutto se stesso. Di questo sono convinto, ma non lo faceva nel modo giusto.

Vi è mai successo una cosa del genere? O vi è mai successo che il vostro sponsor vi parlasse di soldi o di qualche bene materiale e in realtà questo non vi spingeva minimamente a seguirlo? O ancora di più, vi è mai successo che quello che diceva il vostro sponsor sembrasse soltanto un falso motivo di interesse nei vostri confronti per farvi lavorare affinché lui guadagnasse, dandovi l’impressione che non gli interessa proprio niente di voi? Potrebbe mai motivarvi un comportamento come questo?

E facendo riferimento all’intelligenza sociale/emotiva di prima, avete mai pensato se state creando questo effetto sui vostri partner? Avete mai pensato che il vostro modo di atteggiarvi può dare questa impressione e invece di motivarli ad agire li state solo allontanando? Questo è il punto!

 

DOVETE DIVENTARE IL LEADER CHE VOI STESSI VORRESTE SEGUIRE

diventare il leader che tu seguiresti

Come sarebbe il vostro sponsor ideale? Come lo vedete? Come dovrebbe ascoltarvi? Come dovrebbe parlarvi? Come dovrebbe comportarsi con voi? Come dovrebbe insegnarvi l’arte del networking e della leadership? Come dovrebbe chiamarvi al telefono? Quanta pressione dovrebbe fare affinché voi facciate l’acquisto mensile? Cosa vorreste provare quando vedete la sua telefonata? Vorreste provare desiderio di rispondergli e voglia di ascoltarlo in attesa che vi dica come fare per migliorare nel vostro business o vorreste che non vi chiamasse proprio, trovando sempre delle scuse per non rispondergli?

Credo che sarei diventato il partner più leale e responsabile del mio sponsor se nel momento del primo colloquio e durante gli appuntamenti che abbiamo avuto in seguito, invece di aiutarmi a risolvere dei problemi che non avevo, mi avesse chiesto PERCHE‘ voglio fare Network Marketing? Qual è la ragione che mi spinge più in assoluto a voler percorrere questa strada?

Nel mio caso era l’odio per il lavoro dipendente, l’odio per un lavoro che mi portava via tutto il tempo che avevo senza ricompensarmi neanche al 10% di quanto credevo di meritarmi. Andare a lavorare 6 giorni su 7, anche 10 e più di 10 ore al giorno mi faceva sentire lo schiavo più grande del mondo, oltre a non guadagnare quanto volevo. Mi sentivo come ingabbiato. Ogni mattina che mi svegliavo mi chiedevo com’è possibile vivere in questo modo? Com’è possibile che nell’anno 2012 siamo ancora così schiavi? Com’è possibile che si va in vacanza solo una volta all’anno (se si va in vacanza)? Com’è possibile che devo alzarmi tutte le mattine per fare qualcosa che odio e che non ho mai, mai, mai tempo per me stesso? Quando vivrò, mi sono chiesto, perché questa non la si può chiamare vita. Questa è solo sopravvivenza! Questo è solo lavorare per mangiare. Quando vivrò? Quando sarò pensionato? Sono sicuro che avrò mai una pensione che mi possa garantire uno stile di vita decente?

Ero ossessionato da queste domande e me le facevo ogni giorno, tutto il giorno e anche mentre dormivo. Se solo il mio sponsor l’avesse capito, poteva far leva su questo per farmi fare qualunque cosa. Non doveva far altro che ricordarmi questo e indicarmi la strada per uscirne. Invece mi aiutava a risolvere dei problemi che non avevo. 🙂

 

Quindi qual e’ la chiave per motivare gli altri?

chiave motivazione

La chiave consiste nell’essere delle persone vere, con un grande cuore che provano un reale interesse genuino nei confronti degli altri. Quando tu provi questo interesse e parli con le persone, le ascolti e cerchi di capirle, facendo domande per conoscerle meglio puoi scoprire le ragioni che spingono loro ad agire.

Solo quando questo succederà riuscirai a parlare al cuore delle persone come un leader e toccare quel tasto giusto al momento giusto. E non si tratta solo di questo tipo di motivazione come la mia che si fondava su un’emozione negativa del voler trovare una via per non essere più “schiavo”, ma anche di motivazioni positive come il desiderio di possedere un telefonino, una borsa, una macchina, o una casa o regalare queste cose a qualcun altro. Le persone possono avere non solo degli incubi, ma anche dei sogni e come puoi vedere, sia che sono cose negative, sia che sono cose positive, tutte possono spingerli a fare qualcosa.

Ma devi diventare il leader che tu stesso vorresti seguire. Hai risposto alle domande sopra su come vorresti che il tuo sponsor fosse? Hai elencato tutte le qualità che vorresti che possedesse? TU PER PRIMO DEVI POSSEDERE QUELLE QUALITA’ e la più grande tra tutte e la qualità dell’ascolto. Questo è un business di persone è di relazioni.

Hai scritto le ragioni che ti hanno spinto a fare Network Marketing? Scrivilo e aiuta anche gli altri a capire che sei diverso da loro e come vorresti che si comportasse con te il tuo sponsor. Scrivi un commento affinché io stesso possa capirti meglio e scrivere degli articoli che ti possano aiutare di più e se hai Facebook condividilo con tutti affinché tutti possano imparare queste cose.

 

99 Comments

  1. Mi piace il network marketing perché so che un giorno mi porterà ad avere libertà finanziaria, ad avere più tempo per la mia famiglia e viaggiare.

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *