Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on 27 Nov, 2014 in Comunicazione | 1 comment

Cambia le tue parole, cambia la tua vita

Cambia le tue parole, cambia la tua vita

Se vi dicessi il segreto per ottenere qualunque cosa e se quel segreto fosse incredibilmente facile da applicare, lo applichereste? Io quel segreto l’ho conosciuto qualche anno fa. Credo di averlo applicato solo due settimane, dopodiché mi sono messo alla ricerca di un altro segreto “più grande” quando in realtà non ne avevo bisogno. Dopo anni di ricerca e prove di qualunque tecnica di automiglioramento possibile, sono ritornato alla fonte, a ciò che ho sempre saputo e che non ho voluto credere che funzionasse.

Molto probabilmente il segreto per più soldi, per più felicità, per più gioia lo conoscete. La maggior parte delle persone che iniziano a fare la nostra attività, grazie ai meeting, ai training e alle riunioni aziendali che spesso si fanno, vengono a contatto con delle informazioni di vitale importanza. Si tratta di alcune informazioni così importanti che potrebbero farci realizzare qualunque cosa, ma nonostante quello, spesso non siamo pronti per ricevere quelle informazioni.

E’ successo a me, come succede a molte persone con le quali condivido queste informazioni e che mi rispondono “Ma io queste cose le sapevo già…”. Il punto è che non stanno ancora vivendo la vita dei loro sogni, né hanno ottenuto chissà che miglioramenti. E’ successo un po’ a tutti, e anche se so che questo articolo verrà letto da migliaia di persone, so anche che pochissime applicheranno quello che leggeranno qui. Io spero che quella persona sia TU!  

 

Da che cosa dipende il nostro successo/fallimento in qualunque ambiente della nostra vita?

Ovviamente dipende dall’AZIONE. Se non fai niente, non puoi avere nessun risultato. E’ ovvio. Ma l’azione dipende da qualcosa che si chiama EMOZIONE. Se non c’è un emozione (positiva/negativa) che ti spinga ad agire, come la voglia di cambiare vita o la paura di non riuscire a pagare il mutuo, l’azione non viene compiuta. Anche le emozioni però dipendono da qualcosa e quel qualcosa sono i nostri PENSIERI. Se mi sveglio al mattino e penso “Non ho voglia di alzarmi” invece che “Sono così fortunato a essere vivo e così fortunato a poter iniziare a godermi la giornata subito” qualcosa cambia.

Quindi un po’ tutto quanto dipende dai nostri pensieri e dalle nostre attitudini che rappresentano i filtri con i quali guardiamo il mondo. Quei filtri non li abbiamo dalla nascita, ma li abbiamo acquisiti e l’insieme di quei filtri si chiama PROGRAMMAZIONE. Da quando siamo nati abbiamo ricevuto informazioni di continuo dal mondo esterno e abbiamo scritto nella nostra mente cose, accettandole per vere, anche se alcune non lo erano. A 3 anni, se tua mamma ti diceva qualcosa, ovviamente tu non potevi sapere se quella cosa era buona o meno, positiva o negativa, utile o controproducente. Accettavi quelle informazioni e l’insieme di quelle informazioni oggi ti guidano nella vita.

Quando un bambino nasce è un potenziale puro. Il suo futuro dipenderà dalle informazioni che acquisirà e questo ovviamente dipenderà dai genitori, dagli amici d’infanzia e un po’ da tutto l’ambiente che lo circonderà. Due bambini che crescono in ambienti totalmente opposti, spesso realizzano cose molto diverse nella vita. Ci sono ovviamente anche pochissime eccezioni.

Tu oggi non sei altro che l’insieme delle cose che ti hanno detto che sei, che hai accettato come vere e che hai rinforzato tu stesso continuandole a pensare e ripetere. Quella è la tua programmazione e ogni decisione che prenderai, ogni pensiero (conscio o inconscio) che avrai, sarà tutto generato da quella programmazione. Praticamente sei già predestinato ad avere successo, a vivere nella media o ad essere un fallito. La domanda è:

“Se fosse possibile cambiare quella traiettoria nella quale sei messo, faresti qualcosa a questo proposito o no?”

Rispondi sinceramente!!!

 

Il cambiamento

Se la risposta è sì, ti posso dire che non sei predestinato alla mediocrità o al fallimento. Puoi cambiare traiettoria con una scelta, però dovrai rispettarla per un po’ di tempo. La tua programmazione ha necessitato di anni e anni per essere creata, e cambiarla è facile, però richiede tempo. Richiede più tempo e consapevolezza che sforzo.

Come hai rinforzato la tua programmazione finora visto che è così radicata nel tuo essere? L’hai rinforzando semplicemente ripetendo a te stesso (consciamente o inconsciamente) e ripetendo ad altri il modo in cui vedi te stesso “Io sono così…”, “Io non ho queste capacità…” ecc. 75% della comunicazione è con noi stessi. Il cervello pensa anche quando cammini per strada da solo. In quel momento fai dei discorsi a te stesso ed è stato dimostrato che nella maggior parte dei casi (75%) dici a te stesso solo cose negative e controproducenti, rinforzando quella programmazione ogni giorno centinaia e migliaia di volte.

Se invece di dire a te stesso quelle cose negative, diresti delle cose positive, la tua vita cambierà in ogni area, quindi semplicemente continuando a fare la stessa identica cosa, nel modo in cui sei abituato a farla, ma cambiando soltanto le parole. E’ proprio così semplice e forse la tua programmazione in questo momento ti sta dicendo che questa informazione è una “cavolata”, che è “difficile”, che “con te non funziona” e altre cose di questo genere. Se hai sentito una vocina nella tua testa che combatteva con questa informazione, quella è la tua programmazione.

Se non cambierai la tua programmazione, rimarrai sulla traiettoria sulla quale sei stato proiettato dal tuo passato. A meno che qualcosa di forte non succederà nella tua vita, affinché tu decida di cambiare, poco cambierà grazie all’attesa o alla speranza.

 

Come cambiare?

E’ talmente semplice che sembra impossibile, però proprio per questo funziona. Se hai letto libri di crescita personale, se hai imparato metodi di lavoro per essere più efficace e tante altre tecniche di automiglioramento ma fino a questo punto questo automiglioramento non è stato troppo grande, è proprio perché la programmazione ti impedisce di cambiare.

Se vai ad un corso ed esci carico di motivazione, volendo cambiare il mondo, ma non lavori sulla tua programmazione, quella programmazione ti farà tornare alle tue vecchie abitudini, ai tuoi stati d’animo con i quali ti sei abituato. La motivazione esterna è temporanea. Solo quella generata da una nuova riprogrammazione è duratura.

Tante persone cercano sempre il come migliorare la propria vita, il come invitare persone agli eventi, il come sponsorizzare gente e come avere successo nel Network Marketing. Ne ho scritti diversi ebook, che centinaia di persone li hanno trovato utilissimi, ma anche se hanno il come, la loro programmazione non li lascia applicarlo. Non li lascia pensare abbastanza in grande da sfruttare la potenzialità del Network Marketing. Non li lascia lavorare con determinazione e perseveranza. Forse anche tu sai come devi invitare una persona alla presentazione del tuo business, ma lo fai tutti i giorni con costanza?

 

Riprogrammare il cervello

Riprogrammare significa cancellare ciò che non funziona o è controproducente e sostituirlo con qualcosa di utile che può portarti dove vuoi. Il tuo cervello non fa altro che quello che tu gli dici di fare. Se tu gli dici tutto il giorno “Non sono bravo a ricordare nomi”, come potrebbe ricordarli? Se tu gli dici “Sono la persona più simpatica del mondo”, come fa a non darti le risorse per far ridere gli altri quando sei in compagnia? Come fa a non darti le risorse per capire ciò che funziona in una battuta e applicare la stessa regola in un’altra occasione?

Quindi per prima cosa bisogna diventare coscienti delle cose che diciamo a noi stessi ogni giorno e di quello che diciamo agli altri, individuando le cose che non sono utili, e cambiarle con cose utili. In fondo sono tutte bugie. Che tu creda di essere bravo o non bravo a fare qualcosa, diventa vero solo perché tu ci credi e perché continui a rinforzare quel credo ogni giorno. Il problema è che scegli di credere alla bugia negativa e controproducente perché sei abituato a farlo invece che a quella positiva che potrebbe farti diventare ricco per esempio.

Regola base: NON DIRE MAI CIO’ CHE NON VUOI CHE ACCADA.

Vuoi ricordarti i nomi? Non dire non ricordo i nomi. Vuoi che non sia una brutta giornata? Non dire “Che giornata di m***a”. La tua bocca è la più grande forza creatrice del mondo proprio perché attraverso la tua bocca, scrivi la tua programmazione. Oggi lo hai fatto. Ieri lo hai fatto. Domani lo farai e lo farai ogni giorno della tua vita. Dirai cose positive o cose negative? Dirai cose utili o controproducenti? Dirai cose che ti aiuteranno o che ti rovineranno? La responsabilità è solo tua.

Questo articolo lo voglio finire qui, senza darti ulteriori informazioni oggi. Domani scriverò un altro articolo che sarà la continuazione di questo e spiegherà le diverse categorie di credenze che formano la nostra programmazione per diventare coscienti degli sbagli che facciamo ogni giorno quando parliamo e soprattutto COME CAMBIARE LE NOSTRE PAROLE PER CAMBIARE LA NOSTRA VITA. Se non vuoi perderti l’articolo di domani, ti consiglio di iscriverti alla nostra newsletter gratuita, e nel caso in cui fossi già iscritto, di aspettarla, perché domani imparerai delle belle cose.

Buon lavoro e ricordati di non dire mai ciò che non vuoi che accada!

1 Comment

  1. Mi piace!!!

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *