Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on 14 Ago, 2015 in Leadership, Motivazione | 39 comments

Come accendere e coltivare un desiderio ardente

Come accendere e coltivare un desiderio ardente

 

Nell’articolo di ieri abbiamo visto quanto è importante che dentro di noi ci sia un forte desiderio di realizzare i nostri sogni e quanto questo desiderio è più importante ancora del credo o del coraggio. Spesso qualcuno ha un sogno, ma non ha anche il forte desiderio di realizzarlo.

Forse tu stesso hai sempre fantasticato riguardo ad un idea, ma non ti sei mai lanciato a capofitto per realizzarla, rischiando tutto e dandoti da fare come se non ci fosse un domani. Magari ti sei dato da fare temporaneamente, ma mai al 100%. Mai bruciando i ponti dietro. Mai come se questa fosse l’unica tua chance per fare qualcosa di straordinario.

Oppure se tu lo hai, forse ti chiedi perché le persone del tuo gruppo non lo hanno così forte come te. Perché non vogliono lavorare ancora di più? Perché non sono ancora più visionarie e ancora più impegnate nella realizzazione dei loro sogni? Forse ti chiedi perché questo mese di agosto non lavorano nonostante abbiano ancora più tempo.

Ieri abbiamo visto che se non c’è questo ardente desiderio, forse è meglio lasciar perdere. Ho finito l’articolo con questa frase: “Sei pronto per farlo?” Sono sicuro che la maggior parte delle persone hanno risposto “No, non abbandonerò mai i miei sogni.” Anche se non sono disposti a lavorare come si deve, o non ancora, non sono pronti per abbandonare i loro sogni… perché in fondo, la scelta di fare Network Marketing deriva proprio da un idea di realizzarli.

 

Dove nasce l’ardente desiderio

Non so dove nascano i sogni, ma l’ardente desiderio di realizzarli e qui mi riferisco a quel desiderio veramente intenso, che ti spinge a lavorare di continuo, anche quando magari non hai voglia di farlo, nella maggior parte dei casi (incluso il mio) nasce da una situazione non piacevole, di sconforto, di scontentezza, di frustrazione o persino di dolore.

Si dice che bene è il peggior nemico di meglio. Se vai a sentire le storie della maggior parte delle persone di successo, quasi tutte raccontano periodi di grande difficoltà della propria vita, dove economicamente parlando non potevano permettersi neanche una dignitosa sopravvivenza.

Qualcuno racconta periodi di grande frustrazione generata dal fatto di essere “comandato” da qualcun altro ed “obbligato” a fare cose che non piacciono o farle tutti i santi giorni 8 ore al giorno, senza nessuna speranza di una vita migliore. Io sono uno di quelli. Ho fatto il manovale, e oltre al fatto che non mi piaceva, letteralmente iniziavo ad essere ossessionato dal fatto che non voglio continuare a vivere così.

Le “peggiori” situazioni sono in realtà quelle che hanno maggior probabilità di generare successo proprio perché inaccettabili. Chi sta abbastanza bene, “può anche rimandare il lavoro”. Può trovare delle scuse. Può dare la precedenza ad altre cose. Può andare in vacanza questo mese. Chi non sopporta l’attuale realtà pensa solo a cambiarla. Io mi ricordo che non avevo pace mai la domenica, perché sapevo che lunedì mattina sarei ritornato a lavorare. Uguale per le vacanze. Mi sembrava stupido andare in vacanza, sapendo che poi dopo sarei dovuto ritornare a lavorare. Pensavo solo a cambiare la mia realtà.

 

Ma se non vivo un periodo difficile?  

Cosa facciamo allora se la nostra situazione non è una delle peggiori? Cosa facciamo se stiamo abbastanza bene? Cosa facciamo se viviamo in uno stato leggera letargia, pigrizia o apatia? Dobbiamo rinunciare ai nostri sogni?

Lasciamo perdere per un attimo le persone che sono nelle situazioni peggiore, quindi che sono obbligate ad avere successo. Per rispondere a questa domanda, cerchiamo di rispondere ad un’altra: Secondo te, perché chi arriva in alto e realizza quello che per te sarebbe abbastanza, continua ancora a lavorare? Perché secondo te, chi ha già abbastanza soldi (e non ne ha più bisogno di altri), case, macchine e tutto quello che vuoi, continua ancora a lavorare?

Prima che continui a leggere vorrei sapere la tua opinione. Vorresti essere talmente gentile da scendere in basso all’articolo e lasciare un commento ora, dicendo la tua? Perché secondo te le persone di successo, che hanno quindi tutto (rispetto a te che ancora non ce l’hai ma stai bene così), continuano a lavorare ancora con tanta passione?

Un paio di anni fa’, da buon povero, pensavo che il denaro facesse male al cervello e che le persone, se ne hanno troppo, impazziscono. Pensavo che dovevano accontentarsi e non capivo perché “vogliono ancora più soldi”. Dicevo a me stesso: Se io avessi solo 2000 euro al mese, senza fare niente, non avrei più bisogno di nient’altro. Mi accontenterei.

 

La mia risposta

Ti ho fatto questa domanda sopra e spero che tu abbia risposto prima di leggere perché così possiamo confrontarci un po’. Se non l’hai ancora fatto, ti chiedo gentilmente di farlo ora. Perché secondo te, chi ha tutti i soldi che vuole e non ne ha più bisogno, continua a lavorare ancora? Lascia un commento.

Qualche mese fa’ stavo parlando con un leader che rispetto tantissimo per i risultati che ha ottenuto e visto che era sempre ancora sveglio alle 2 di notte e alle già sveglio alle 6 del mattino (un po’ come Donald Trump), gli ho chiesto: Ma perché non dormi di più? Tanto guadagneresti anche mentre dormi.

Lui mi rispose qualcosa del genere: “Non dormo Alex, perché amo la vita e io ho una certa età. A differenza di molti altri e anche di te, che sei più giovane, sono consapevole che il tempo passa. Mi sentirei in colpa per averlo perso se dormissi di più. Voglio vivere, non dormire.”

Io credo che queste persone che lavorano con tutta questa passione anche dopo aver raggiunto alti obiettivi, non lo facciano perché vogliono più soldi. Per molti di loro i soldi non sono più un problema. Non lo fanno per avarizia. Un povero che odia la sua vita non potrebbe capirlo… lo so. Ero uno di loro.

Solo una persona libera può capirlo. Solo una persona che si è conquistato la libertà e che ama vivere la vita. Solo chi scopre il piacere di viaggiare e di vedere nuovi posti, di conoscere nuove persone e di fare esperienze. Ma soprattutto lo può capire chi scopre il piacere di aiutare altri ad essere liberi e da un senso alla propria vita e quindi al poco tempo che ha a disposizione.

 

Che senso ha la tua vita? 

Un giorno ho scritto un articolo sui 5 rimpianti delle persone sul letto di morte. Ho scoperto che la maggior parte della gente rimpiange di non aver vissuto la propria vita al massimo, lasciandola scorrere, che quasi tutti rimpiangono di non aver realizzato i propri sogni e soprattutto di non aver passato abbastanza tempo insieme alla famiglia e agli amici.

Chi raggiunge la libertà ama la vita e inizia a viverla come si deve, diventando il massimo di ciò che può essere ogni giorno che passa, abbracciando la crescita continua che diventa una passione. Queste persone non vogliono vivere la vita al di sotto del loro potenziale, perché sanno di poter avere di più, di poter essere di più e di poter dare di più.

Tu ami la vita? Se dovessi non avere più tempo, che cosa ti piacerebbe aver realizzato? 1 giorno perso, non investito e non vissuto intensamente è il 3% di un mese CHE NON TORNERA’ PIU’ INDIETRO. Una settimana persa, non investita e non vissuta intensamente è il 25% di un mese CHE NON TORNERA’ MAI INDIETRO. Una settimana persa è il 2% di un anno della tua vita CHE NON TORNERA’ MAI INDIETRO. Ti rendi conto??? Un mese è quasi il 10% di un anno della tua vita CHE NON TORNERA’ INDIETRO. Cosa faresti se oggi fosse l’ultimo giorno della tua vita?

Il tempo che è passato leggendo questo articolo, è andato. Non puoi più recuperarlo. Il tempo che hai perso oggi su facebook è andato. Il tempo che hai rimandato la realizzazione dei tuoi sogni, è andato… per sempre. Una piccola percentuale della tua vita passa ogni giorno. Altro non ne avrai. Tu puoi o sfruttarla o sprecarla. E’ la tua scelta.

 

Accendi il desiderio e coltivalo!

accendi il desiderio

Se non dovessi avere più tempo, che cosa ti piacerebbe aver realizzato? Pensa un oretta a questa cosa per accendere il desiderio. Parla con gli amici. Parla con i tuoi genitori. Fantasticaci un po’ sopra e renditi conto che un giorno quel momento accadrà inevitabilmente.

Ora ti dirò alcune cose che puoi fare per trovarlo e coltivarlo:

  1. Se non hai un forte desiderio di realizzare i tuoi sogni e vivere la vita al massimo, prendilo dalle persone che lo hanno e lo fanno. Ti posso garantire che la cosa più attraente del mondo è il desiderio e il coraggio di vivere la propria vita. Non potrai non essere influenzato positivamente da queste persone.
  2. Modifica l’ambiente in cui vivi, trasformandolo in un posto che alimenti l’immagine mentale della vita che vuoi vivere. Ovunque guardi in casa tua dovresti avere solo immagini che ti ricordino le cose che vuoi avere! Non ti preoccupare di ciò che ti dicono le persone che ti faranno visita. Se non lo fai, non lo realizzerai.
  3. Riprogramma la tua mente, con audio con le parole giuste, audiolibri formativi e mettendo alla TV solo video scelti da te con le cose che vorresti avere e la vita che vorresti vivere. Fatti lavare il cervello da questo genere di informazioni, non dalle pubblicità che gli altri vogliono che tu guardi.
  4. Sostituisci qualunque fonte di energia negativa con fonti di energia positiva. Prima parlavo dei video in TV. Non guardare notizie negative. Scaricati da Youtube video che ti ricordino la vita che vuoi e lascia che girino tutto il giorno. Non ascoltare la radio, ma audiolibri. Non parlare con amici che ti buttano giù. Solo amici positivi. La casa disordinata può essere un’altra fonte di negatività.
  5. Agisci ogni giorno. L’azione genera motivazione ed elimina le emozioni di dubbio, insicurezza, paura, frustrazione ecc. Più lavori e più hai voglia di lavorare. Più lavori e più hai voglia di vivere.

E se vuoi fare qualcosa di DAVVERO STRAORDINARIO per cambiare la tua vita per sempre, per diventare qualcuno, per crearti una reputazione che ti preceda quando vai agli eventi, per scrivere la storia nella tua azienda di Network Marketing e perché i tuoi amici/figli/genitori la raccontino con orgoglio quando parlano di te, allora fai il PIANO SUPER INTENSIVO DEI 90 GIORNI E SCIOCCA IL MONDO INTERO!

39 Comments

  1. Perché vogliono sempre di più di quello che hanno e sanno che possono arrivare ancora più in alto se si impegnano e non mollano mai

  2. Se si continua a lavorare nonostante si stia gia’ bene….secondo me l’unico motivo e’ che arrivano sogni piu’ grandi …e’ giusto lavorare per realizzarli….Io non mi fermero’ nonostante a volte sopravvenga un po’ di calo…perche’ ci credo fermamente ed ho grandi obiettivi da raggiungere e realizzare….quando ce l’avro’ fatta pensero’ certamente al dopo

  3. Perché i soldi sono solo lo strumento che ti danno la libertà di vivere la vita che vuoi e se uno arriva a fare una vita con un tenore di 2.000€ al mese senza lavorare perché non arrivare a 10.000 o più e alzare il tenore di vita? Secondo me questo spinge a fare sempre più soldi.
    La LIBERTÀ DI VIVERE LA VITA

  4. Continuano a lavorare perché ciò che fanno piace loro, li gratifica e non ne sentono il peso perché lo fanno con passione.

  5. Le persone che continuano a lavorare, anche se hanno già tanti soldi, continuano a farlo perché gli piace, sono in continua crescita e in più aiutando gli altri!
    Grazie Alex mi sei di grande aiuto!

  6. io credo che chi raggiunge i propri obiettivi sviluppi un bisogno che va oltre quello del semplice riscatto, il bisogno di sfidarsi, superando ogni limite raggiunto…. Un sana sete di successo

  7. Perché sono appassionati di quello che fanno e pensano a migliorarsi passo dopo passo ancora

  8. Per passione

  9. Perchè continuano a sognare…e a desiderare

  10. l’uomo realizza il proprio SE con il lavoro (azione), l’uomo con il lavoro esprime la sua creatività e propria gioia di vivere. Mi riferisco a un lavoro che piace. Le persone che continuano a lavorare nonostante abbiano raggiunto la libertà economica è solo perché la vita non avrebbe significato. Se per ipotesi hai tutto ma proprio tutto e nel momento che tutto è tuo, cosa resta da desiderare? che senso ha vivere? Raggiunto lo scopo materiale del benessere, il gradino successivo è quello spirituale, AIUTARE GLI ALTRI A RAGGIUNGERE LA FELICITA’. Non esiste gratificazione maggiore che donare aiuto, si chiama amore incondizionato.

  11. perchè l ego umano non può essere soddisfatto in eterno della stessa situazione, quindi cerca sempre di piu

  12. Xche ‘ a loro piace ciò che fanno, la passione li fa andare avanti.

  13. Continuano perchè vogliono espandere il loro successo condividendo con più persone possibili, perchè si sente vincente..

  14. perchè indipendentemente dalla loro situazione finaznziaria, sono dei visionari

  15. perchè a differenza della loro situazione finanziaria, sono dei visionari

  16. Perché sono persone che piace aiutare il prossimo.

  17. Semplice, io lavoro per qualcosa che va oltre il denaro, io lavoro per qualcosa senza un punto di arrivo,io lavoro qualcosa di scalabile all’infinito, io lavoro per qualcosa di spirituale…

  18. Perche è il loro lavoro, e in qualita di leader danno l’esempio. A loro piace lavorare.

  19. Soddisfano un loro bisogno.

  20. Nonostante i risultati,continuano a lavorare le persone che non pongono margini o limiti a se stesse.Hanno fiducia in se stesse e sanno che sono capaci di dare ancora di più a se stesse e agli altri,e si impegnano a farlo diventando anche un esempio per gli altri.

  21. Perche non esiste un punto di arrivo, chi si ferma è perduto!

  22. Perchè la sfida più importante è aiutare sempre più persone a star meglio!!!

  23. Per lasciare il mondo,meglio di come l hanno trovato,perché dopo aver raggiunto un primo sogno,si prefiggono un’altro ancora più grande.

  24. Grazie,Grazie,Grazie.io amo la vita,e la vita ama me Grazie,Grazie,Grazie.

  25. Perché hanno paura di di diventare poveri

  26. perchè sono spinte dal desiderio di creare nuove possibilità per se stesse e per le altre persone, si sentono dei Leader e sanno che possono aiutare tanti altri a diventarlo..

  27. Xkè amano quello ke fanno e vogliono “restituire” qualcosa al mondo”

  28. Non lo fanno per i soldi ma bensì per crescere nella loro leadership, è un continuo perfezionarsi giorno dopo giorno.

  29. Perché non si accontentano maiil successo del Network Marketing é infinitoooooooo

  30. Lavorano perché amano raggiungere nuovi traguardi e privare soddisfazione, sentirsi vivi, adrenalina e voglia di vivere!

  31. perché han sviluppato un’abitudine nel farlo, han fatto diventare il continuo miglioramento e la continua crescita, la loro zona di comfort

  32. Perchè sono appassionati verso quello che fanno, non hanno bisogno di soldi è vero, ma gli piace fare quello che finora hanno fatto per averli, per questo motivo continuano a mantenere la loro passione e a lavorare senza mai fermarsi

  33. fanno ciò che amano quindi è più facile farlo che non farlo

  34. Ciao Alex.
    Io ho sempre sostenuto che se un giorno arriverò a fare tanti soldi continuerò ugualmente a fare ciò che mi ha permesso di arrivare li in’alto per due motivi.1°finché avrò forza per alzarmi dal letto non sprecherò il mio tempo per stare sdraiato più del dovuto,la vedo come una forma di rispetto per chi vorrebbe ma per malattie oppure handicap non può.In più sono ossessionato dal non aver abbastanza tempo per fare tutto ciò che voglio.2°motivo:perché smettere di fare qualcosa che ti ha portato a distinguerti dalla massa?e qualcosa che è dentro di te non ne puoi più fare a meno perché è il tuo ossigeno senza moriresti.Togli ad un Uomo qualcosa in cui credere ed esso cesserà di vivere.

  35. Perché in loro c’è ancora quel desiderio ardente di realizzarsi e di continuare a perseguire i propri sogni

  36. Perché vengono spinti dalla loro passione ed una volta che hanno realizzato il loro primo sogno poi la loro mente ne elabora degli altri magari sempre più grandi e si ha sempre questa continua crescita.

  37. Penso perché nel momento in cui sai di avercela fatta e aver passato tutte le difficoltà nasce un sentimento di debito, un voler restituire a più persone possibili ciò che hai ottenuto, aiutandoli e facendogli capire che anche loro possono farcela

  38. Perché la passione é il motore che ci mantiene vivi! Che ci fa vivere e non sopravvivere! La passione che ti tiene sempre sulle corde, sempre in UP! L’adrenalina pura! E perché quindi abbandonare quello stato di continua passione e adrenalina che ti fa sentire Vivo?
    Quando la trovi ti porta al successo, non solo economico, ma soprattutto personale e di certo fai di tutto per tenerlo sempre vivo!
    Adrenalina, passione, fuoco che ti spingono a fare sempre di più!

  39. É l’entusiasmo……sono talmente entusiaste che nn possono più fermarsi e devono guidare con l’esempio….esempio che trasmettono al proprio gruppo e vivendo l’emozione del realizzarsi insieme genera gratitudine ed entusiasmo ….

Trackbacks/Pingbacks

  1. Non hai un desiderio ardente di realizzarti... quindi lascia perdere! | Info Network Marketing - […] ALLORA SVEGLIATI e leggi COME ACCENDERE E COLTIVARE UN DESIDERIO ARDENTE! […]
  2. Come mantenere l'equilibrio e non perdere il controllo | Info Network Marketing - […] parlato negli ultimi due articoli di desiderio. Se questo non diventa azione immediata, diventa frustrazione. Il desiderio è energia…

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *